Marguerite de Merode

fotografie

video

Disegni

About

Inspired by French artist Sophie Calle’s research (also mentioned in Sandretto Re Rebaudengo’s text), her works – of a conceptual, not a figurative nature – consist of three parts, joined together to shape the network between the book, the reader and the artist, the latter conveying, by means of her images, the very concepts expressed within the text. To use Roland Barthes’ words, de Merode looks for the punctum, the soul of the book that the reader has made his or her own: a word, a sign, a writing, a fold. Through a mediated rather than a direct correspondence, these images constitute the device that allows the text to become a work of art, thanks to the intervention of the artist who visually interprets the thought and generates a tension between words and images, therefore allowing the viewer to enter that “knowledge space” outlined by Michel Foucault. De Merode’s works are on the border between things and words, they express things’ and words’ strength by merging them together, and infusing into them a new sense, with the ability to penetrate the reader and move his or her soul into the work of art.

Nel suo ultimo lavoro, le opere dell’artista sono ispirate dalla ricerca dell’artista francese Sophie Calle (per altro ricordata nel testo di Patrizia Sandretto Re Rebaudengo), i suoi lavori, di natura concettuale e non figurativa, si compongono di tre parti unite insieme per mettere in forma la trama di relazioni che corrono tra libro,  lettore e l’artista, che veicola nelle sue immagini i concetti espressi dal testo . Per dirla con Roland Barthes, Marguerite de Merode ricerca il punctum, l’anima del libro posseduto e fatto suo dal lettore: una parola, un segno, una scrittura, una piega . In una corrispondenza non diretta ma mediata, le immagini costituiscono il dispositivo che permette al testo scritto di farsi opera grazie all’intervento dell’artista, che ne interpreta visualmente il pensiero, creando quella tensione tra parola e immagine che permette di entrare in quello “spazio del sapere” delineato da Michel Foucault. Le opere di Marguerite de Merode si trovano sul confine tra cose e parole, ed esprimono la loro forza nell’unirle insieme per infondere loro un nuovo senso, capace di penetrare nell’intimo del lettore e trasferirne lo spirito nell’opera d’arte. 

Ludovico Pratesi

 

Work

Exhibitions/Press

Il profilo di Marguerite De Merode su Exibart

2015, Kaunas (Lituania)

M. K. Čiurlionis National Museum of Art, House-Museum of A . ŽmuidzinaviČius –  Traces

Pagine del Museo, Kaunas (Lituania)

Comunicato stampa Kaunas (Lituania)

2014, Vilnius (Lituania) – Mostra fotografica e video installazione Ali 

Vilniaus grafikos meno centras

Comunicato stampa Vilnius (Lituania)

2011, Viterbo – Il segreto della vita

Comunicato Stampa Il segreto della vita

La mostra su TusciaMedia

2010, Circolo degli Esteri Roma (Italia) – A’ Travers

Comunicato stampa A’ Travers

La mostra su Il Corriere della sera

Catalogo Opere 2010